La notte che cambiò Paul Pierce

E’ il 25 Settembre del 2000, un giovane Paul Pierce e il suo amico Tony Battie, accompagnati dal fratello di quest’ultimo, decidono di uscire per una birra al pub. Scelgono di andare al “Buzz” un locale piuttosto famoso tra i giovani afroamericani benestanti di Boston. Paul non è ancora il Pierce che oggi tutti conosciamo, ma é già piuttosto famoso: dopo tutto, un contratto da un milione di dollari a 23 anni non puo’ che renderti tale tra i coetanei.
Appena dentro al locale, il giovane Paul approccia con due ragazze mentre i suoi due amici si dirigono verso i bagni. Peccato che il “bagno” vero in 5 minuti si genera nei pressi del bancone: Paul e’ riverso in un bagno di sangue dopo aver subito una aggressione culminante in 11 coltellate da parte di un uomo presentatosi come il cugino di una di queste due ragazze. Nonostante tutti i testimoni raccontarono in seguito di un Pierce disinteressato a disguidi/risse, il tale, William Ragland, colpisce ripetutamente Pierce assieme ad altre 5 persone. Il locale si svuota completamente e Paul viene portato dai due amici al vicino ospedale che grazie al cielo sta solo 200 metri dal locale.
L’immediato ingresso in sala operatoria rivela un polmone collassato ma, per il resto, una diagnosi piuttosto positiva: nessun organo interno era stato danneggiato in modo permanente, grazie anche al pesante giubbotto di pelle che il capitano dei Celtics indossava.
La cosa che stupisce di tutto questo e’ che 15 giorni dopo, Pierce era in campo a giocare per i suoi Boston Celtics e 8 anni dopo vincerà il titolo da MVP delle finali NBA. Shaquille O’Neil lo definira’ The Truth, un soprannome che ancora oggi lo accompagna.
Di William Ragland nessuno sa più nulla, mentre Paul Pierce, il 16esimo miglior marcatore nella storia NBA, è già leggenda.

Quello che non ti uccide ti fortifica.

 

The KawhDrum – GM Impazziti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...